Umberto II e il lungo esilio portoghese

Un esilio lungo 37 anni e mai del tutto giustificato.

Il 13 giugno del 1946 un aereo decolla da Ciampino, direzione Portogallo. A bordo, l’ultimo Re d’Italia Umberto II, il “Re di maggio”, ignaro dei trentasette anni di esilio che lo attendono. Umberto saluta sorridente dal portellone prima di partire: non rivedrà mai più l’Italia.

Continua a leggere “Umberto II e il lungo esilio portoghese”

Rivista Savej – Il lungo crepuscolo di un’anima, Guido Gozzano

Vita e morte del poeta malinconico tra via Cibrario e Villa “Il Meleto”.

Carissimi tutti
In calce troverete il link all’articolo che ho scritto per “Rivista Savej”, il periodico della Fondazione Enrico Eandi di Torino, con cui ho il piacere di collaborare.

Il mio lavoro, incentrato sulla figura di Guido Gozzano, indaga gli aspetti dell’uomo più che del poeta: si tratta di un personaggio con il quale ho sempre avuto una intima connessione caratteriale e finalmente ho potuto approfondirne la personalità.

Infine, è curioso come questo articolo prenda le mosse da Via Cibrario e dalla Chiesa di Sant’Alfonso, la stessa in cui sabato 11 settembre (cioè dopodomani) convolerò a nozze. Destino?

Un abbraccio

Gabriele

Il lungo crepuscolo di un’anima,
Guido Gozzano

Oreste Bolmida: il trombettiere del “quarto d’ora granata”

L’epica storia del capostazione di Porta Nuova e dei suoi amati Invincibili.

Ormai ero diventato proverbiale”. Queste sono le parole che chiunque può ascoltare in rete, in un video in bianco e nero di poco più di dieci secondi. A pronunciarle è un elegante signore dai capelli argentati, già anziano. Si tratta di Oreste Bolmida, il trombettiere del celebre quarto d’ora granata.

Continua a leggere “Oreste Bolmida: il trombettiere del “quarto d’ora granata””