Oreste Bolmida: il trombettiere del “quarto d’ora granata”

L’epica storia del capostazione di Porta Nuova e dei suoi amati Invincibili.

Ormai ero diventato proverbiale”. Queste sono le parole che chiunque può ascoltare in rete, in un video in bianco e nero di poco più di dieci secondi. A pronunciarle è un elegante signore dai capelli argentati, già anziano. Si tratta di Oreste Bolmida, il trombettiere del celebre quarto d’ora granata.

Continua a leggere “Oreste Bolmida: il trombettiere del “quarto d’ora granata””

Chiesa dei Santi Bernardo e Brigida, quartiere Lucento

Viaggio nel quartiere Lucento, alla scoperta della Chiesa dei Santi Bernardo e Brigida.

Cosa può legare tra loro un testamento, un assedio e un quartiere alla prima periferia di Torino? La risposta è: una Chiesa. Per la precisione, quella dei Santi Bernardo e Brigida, nel quartiere Lucento di Torino.

Di origini molto antiche, la parrocchia si staglia oggi in una piazza non per nulla casuale, un luogo storico poco conosciuto ma di cruciale importanza per l’intera città, la cui Storia sarebbe potuta andare diversamente se, in quello slargo, non fossero accaduti alcuni fondamentali eventi.

Continua a leggere “Chiesa dei Santi Bernardo e Brigida, quartiere Lucento”

“Una serenità solenne e ignuda di inverno”

Sul numero de La Stampa del 4 gennaio 1911, uno degli anni in assoluto più nevosi a Torino, si leggeva il seguente commento:

“Non sappiamo se i poeti, quando esaltano in rima la candida fata invernale, obbediscano a un sincero impulso d’entusiasmo oppure a una corrente convenzionale; certo è che noi, umili pedoni, obbligati a lunghe esercitazioni podistiche, non possiamo assolutamente associarci a qualsiasi manifestazione di simpatia verso l’ospite bianca che da ieri ha preso possesso delle nostre vie, delle nostre piazze, dei nostri tetti”

Nonostante sia passato più di un secolo, mi piace immaginare che le intime riflessioni dei pedoni contemporanei siano, più o meno, le stesse.

Continua a leggere ““Una serenità solenne e ignuda di inverno””