“Una serenità solenne e ignuda di inverno”

Sul numero de La Stampa del 4 gennaio 1911, uno degli anni in assoluto più nevosi a Torino, si leggeva il seguente commento:

“Non sappiamo se i poeti, quando esaltano in rima la candida fata invernale, obbediscano a un sincero impulso d’entusiasmo oppure a una corrente convenzionale; certo è che noi, umili pedoni, obbligati a lunghe esercitazioni podistiche, non possiamo assolutamente associarci a qualsiasi manifestazione di simpatia verso l’ospite bianca che da ieri ha preso possesso delle nostre vie, delle nostre piazze, dei nostri tetti”

Nonostante sia passato più di un secolo, mi piace immaginare che le intime riflessioni dei pedoni contemporanei siano, più o meno, le stesse.

Continua a leggere ““Una serenità solenne e ignuda di inverno””

La tormentata guglia della Mole Antonelliana

Distrutta da due nubifragi, la guglia della Mole Antonelliana è oggi sormontata da una stella a dodici punte.

Simbolo per eccellenza di Torino e uno tra i monumenti più famosi di tutta Italia, la Mole Antonelliana è stata per anni non soltanto l’edificio più alto della città, ma la costruzione in muratura più alta del mondo.

Dopo le alterne vicende burocratiche che ne hanno caratterizzato i lavori di completamento, altri tormentati eventi hanno segnato l’esistenza della Mole: la guglia, in particolar modo, è stata bersaglio delle potenti forze della natura, che per ben due volte ne hanno stravolto la fisionomia.

Continua a leggere “La tormentata guglia della Mole Antonelliana”

Street Art torinese: Borgo Campidoglio e il MAU

Passeggiando per Borgo Campidoglio con il naso all’insù, tra panchine e dinosauri sui palazzi…

Torino è una città di quadrilateri. Piccoli, medi, di grandi dimensioni.

E anche questa storia prende le mosse in un dedalo di strade, nemmeno a dirlo, di un quadrilatero poco distante dal centro, ma che sembra appartenere a un altro secolo: Borgo Campidoglio. Qui il passante potrà perdersi tra strade di sanpietrini e ciuffi d’erba, tra balconi dal sapore retrò e murales colorati, alterando la percezione della grande città e trovandosi catapultato in un vero e proprio museo a cielo aperto.

Continua a leggere “Street Art torinese: Borgo Campidoglio e il MAU”