Le amiche di Luciana – Le sorelle Vera e Libera Arduino

La tragica fine delle sorelle Vera e Libera Arduino, eroine dell’antifascismo torinese.

Ci avviciniamo al 27 gennaio, il Giorno della Memoria. Questa settimana propongo ai miei lettori un breve articolo che ho scritto per il blog Le amiche di Luciana. Racconta la storia delle sorelle Vera e Libera Arduino, vittime della cieca persecuzione nera nel marzo del 1945. Due ragazze tanto comuni quanto eroiche nei loro gesti quotidiani. Due giovani ingannate e inghiottite dalla notte, il cui ricordo continuerà ad illuminare la memoria di altri valorosi.

Le sorelle Vera e Libera Arduino

La mano di pietra in Corso Matteotti 45

Al civico 45 di Corso Matteotti, da più di un secolo, una mano di pietra spunta da un portone…

Torino e i misteri, una storia d’amore. Potrebbe tranquillamente intitolarsi così questa ennesima commistione tra la nostra città e quella scia di segreti che spesso la percorre in lungo e in largo.

Questa volta siamo in Corso Matteotti (Corso Oporto, per i nostri nonni), precisamente al civico numero 45, dove incontriamo un bel palazzo in stile eclettico. Ad una prima occhiata, tutto sembra assolutamente normale: passanti, parcheggi, una pensilina. Eppure. Eppure, se alziamo lo sguardo per posarlo appena sopra il portone, ecco che qualcosa di strano c’è eccome.

Si tratta di una mano in pietra, intenta ad indicare (o tenere) un foglio. Quasi invisibile anche all’osservatore più attento. Di chi è quella mano e, soprattutto, come è finita in Corso Matteotti?

Continua a leggere “La mano di pietra in Corso Matteotti 45”

Francesco Delpero, il feroce bandito piemontese

Sulle orme di uno dei più brutali briganti piemontesi.

I briganti ottocenteschi, è risaputo, possono appartenere generalmente a due distinte categorie. La prima: personaggi cavallereschi, alla Robin Hood per intenderci, dal temperamento ardito e graditi alle folle, che rivedono in loro esempi di coraggiosa ribellione al sistema.

La seconda categoria, molto meno onorevole, è quella dei banditi tagliagole, dalla barba nera, avvolti in logori tabarri, spesso nascosti nel buio delle strade come predatori notturni e pronti a depredare (se non a uccidere) il malcapitato bersaglio.

Francesco Delpero, nato a Canale il 18 settembre del 1832, appartiene decisamente al secondo gruppo.

Continua a leggere “Francesco Delpero, il feroce bandito piemontese”