L’antica Piazza delle Erbe: un tesoro nel centro di Torino

Fermiamoci in una delle piazze che meglio hanno rappresentato l’evoluzione della città.

Piazza Palazzo di Città, un tempo conosciuta come Piazza delle Erbe, è una piccola piazza costruita al centro dell’antica pianta romana e medievale di Torino.

La sua storia è fatta di mercati, re sabaudi e luminarie.

Continua a leggere “L’antica Piazza delle Erbe: un tesoro nel centro di Torino”

Oddone di Savoia, il principe sfortunato

Una giovane vita dedicata al mare, alle scienze, alla cultura.

Quarto figlio di Vittorio Emanuele II (e fratello del futuro re Umberto I), Sua Altezza Reale Oddone Eugenio Maria di Savoia nacque a Racconigi nel 1846.

La sua vita fu segnata, fin dall’età di due anni, da un grave male: nanismo, rachitismo e una evidente deformità lo privarono degli agi della vita di corte, indirizzandolo a una vita di sofferenze fisiche non indifferenti.

Oddone, nonostante tutto, crescendo dimostrò una mente vivace, dedicandosi allo studio e alle arti. Più gli anni passavano, più il giovane principe lasciava trasparire grande attitudine a scienza e cultura.

Continua a leggere “Oddone di Savoia, il principe sfortunato”

Fritz: storia dell’elefante triste che abitò a Torino

L’elefante indiano di Stupinigi, sfortunato esempio dell’esotismo usa e getta ottocentesco.

Nel primo trentennio dell’800, tra due sovrani avvenne uno scambio decisamente particolare: Carlo Felice di Savoia dona al viceré d’Egitto, Mohamed Alì, cento pecore di razza merinos e il sovrano egiziano lo ricompensa con Fritz, un elefante indiano di ventisette anni.

Partito da Alessandria d’Egitto nel 1826, Fritz venne fatto sbarcare a Genova per un progressivo “adattamento” al clima italiano. Infine, nell’estate del 1827, partì per Torino.

Continua a leggere “Fritz: storia dell’elefante triste che abitò a Torino”

Willy Jervis: alpinista, partigiano, eroe

Una storia partigiana di alta montagna e vero coraggio.

Guglielmo Jervis era un piemontese d’adozione. Discendente da una famiglia inglese, era nato a Napoli nel 1901, si era laureato in ingegneria a Milano e aveva ottenuto un posto a Ivrea nel 1935 come Direttore della scuola apprendisti meccanici della Olivetti.

Esperto alpinista, Guglielmo faceva parte del Club Alpino Accademico Italiano, una sezione meritocratica del CAI formata da alpinisti che si erano distinti per attività alpinistiche di elevata difficoltà.

Continua a leggere “Willy Jervis: alpinista, partigiano, eroe”

Il forte dello Chaberton, un gigante tra le nuvole

Storia della sentinella delle Alpi, costruita sulla cima del Monte Chaberton.

È la fine dell’800 quando il Monte Chaberton, 3.130 mslm, viene scelto come sede di quello che diventerà il forte più alto d’Europa.

Nel 1898, sulla scia della convinzione che fosse necessario potenziare le difese poste ai confini con la Francia, Luigi Pollari Maglietta – ufficiale del Genio del Regio Esercito – inizia a dirigere la costruzione del forte, che ancora oggi domina minaccioso le vallate circostanti.

Ciò che già si intuisce, in quell’anno lontano, è che il forte non avrà vita facile.

Continua a leggere “Il forte dello Chaberton, un gigante tra le nuvole”