Quando l’arte popolare racconta la Grande Guerra: gli ex voto in Piemonte

Un breve viaggio alla scoperta degli ex voto piemontesi, per capire come la Grande Guerra influenzò l’arte “povera” rurale.

Nei secoli precedenti al ‘900, soprattutto nelle zone rurali, la guerra ha da sempre rappresentato un evento pressoché inevitabile. Un accidente al quale non poter sfuggire. Il soldato non di carriera faceva il proprio dovere senza protestare, come se si trattasse di un servizio dovuto, quasi una attività quotidiana rientrante nella normalità. Un grande inconveniente, certo, ma sopportabile.

Questa mentalità era dovuta al fatto che certamente le probabilità di tornare alle proprie case erano assai superiori rispetto a quelle dei soldati novecenteschi. Si partiva con l’animo rassegnato, ma abbastanza consapevoli che quell’esperienza, seppur greve, avrebbe interessato un periodo relativamente breve di vita.

Anzi, i giorni guerreschi sarebbero diventati materia di racconti per anni e anni.

Continua a leggere “Quando l’arte popolare racconta la Grande Guerra: gli ex voto in Piemonte”

A tu per tu con uno degli animali più misteriosi delle Alpi: il Dahu

Alla scoperta del Dahu, il leggendario animale alpino dagli arti asimmetrici.

A chi è solito frequentare, nelle fredde notti invernali, i caldi ripari offerti dai rifugi alpini, sarà sicuramente capitato di imbattersi in un racconto molto particolare. Nelle nostre valli, infatti, è presente da secoli una tradizione orale dedicata ad un leggendario animale, che popolerebbe i pendii e le creste più impervie delle Alpi.

Si tratta del Dahu, il camoscio dalle zampe asimmetriche.

Continua a leggere “A tu per tu con uno degli animali più misteriosi delle Alpi: il Dahu”

I “Bogianen”: come nacque l’espressione che da sempre descrive i Torinesi

Tutto cominciò nel 1747 durante la battaglia dell’Assietta, quando l’esercito sabaudo respinse i francesi senza arretrare di un passo.

Sono state certamente molte, nel corso della Storia, le frasi famose pronunciate sui campi di battaglia: più o meno romanzate, alcune espressioni sono a tal punto celebri da essere diventate quasi leggendarie.

Basti ricordare la nota “Qui si fa l’Italia o si muore!”, pronunciata da Giuseppe Garibaldi durante la battaglia di Calatafimi.

Ebbene, in questo mare di citazioni esistono storie meno conosciute, ma non per questo meno importanti. Ad esempio, quella che riguarda la nascita del termine “Bogianen”, da secoli comunemente utilizzato per indicare i Piemontesi.

Ecco la sua storia.

Continua a leggere “I “Bogianen”: come nacque l’espressione che da sempre descrive i Torinesi”

“A ven Gilind”: l’avvento del Natale nella tradizione piemontese

Storia del contadino che dalle Langhe giunse alla capanna di Betlemme.

Nei giorni che precedevano il Natale, nei secoli passati, in Piemonte come nel resto d’Italia, erano molte le rappresentazioni sacre aventi ad oggetto il Presepe e la Natività.

Come nella migliore tradizione partenopea, anche il Piemonte aveva un personaggio che, per antonomasia, era associato all’avvento del Natale, tanto da essere l’ispirazione per diversi modi di dire: si tratta del pastore Gelindo.

Continua a leggere ““A ven Gilind”: l’avvento del Natale nella tradizione piemontese”